Museo di Archeologia Umana Ottorino Zibetti

Un progetto di Cinzia Cometti (istallazione artistica) e Lullo Mosso (musica, parole, sonorizzazioni)

Presso il piccolo museo della civiltà contadina

Museo di Archeologia Umana
L’idea di pensare e realizzare un Museo di Archeologia Umana prende avvio da un ritrovamento, di quelli che affascinano: uno scatolone di quaderni delle scuole elementari dell’alunno Ottorino Zibetti.

Un delicato incontro che avviene tra le paginette ingiallite, che si sofferma sulle parole, sugli scarabocchi, macchie e sbaffi d’inchiostro; che continua cercando una traccia che conduca per qualche sentiero a quel bambino di cento anni fa.

I suoi esercizi di ortografia, i temi e i dettati, le parole scritte in calligrafia, si sovrappongono ai timbri, l’estetica alla musicalità, riempiendo uno spazio in cui il tempo pare scorrere al contrario.

Il Museo di Archeologia Umana diventa così un mondo immaginario fatto di fotografie, di vecchie carte, di oggetti umili in cui echeggiano voci, suoni e rumori; un gioco con il tempo di leggeri rimandi.

Resta in sottofondo l’eco delle stanze delle meraviglie, dei teatri del mondo edificati con cura, in cui collezionare esprimeva un interesse e una curiosità per la vita.

Opere

Un lavoro a quattro mani, in cui l’eco di storie passate si manifesta in maniera bizzarra in un presente che gioca con il tempo.

Crediti

ARTISTI
Cinzia Cometti (istallazione artistica)
Lullo Mosso (musica, parole, sonorizzazioni)

Bed and Breakfast “IL RIFUGIO DEL VIANDANTE”
località Campagne 9 – Montevenere - Monzuno
TEL. 051 6771190
Facebook: B&B il rifugio del viandante Facebook